Sete di buon umore

Bere ci mette di buon umore. E non stiamo parlando del vino, ma di pura e semplice acqua.

Lo afferma uno studio* pubblicato sulla rivista scientifica Appetite, condotto da un team di ricercatori americani e francesi nel 2015, che hanno osservato i consumi di cibi e bevande assunti in cinque giorni da un campione di 120 donne in buona salute.

Tra le donne coinvolte, quelle che bevevano acqua in maggiore quantità avevano una riduzione degli stati d’animo legati a tensione, confusione e depressione.

Già da tempo, del resto, si è osservato che la riduzione nel consumo di acqua può compromettere la funzione e l’integrità dei neuroni cerebrali, alterando anche l’umore.

Lo studio va certamente approfondito, affermano i ricercatori, ma è già utile sapere che la quantità di acqua consumata può influire sul nostro stato d’animo.

È l’ennesima conferma del fatto che bere tanto faccia bene. Ma tanto quanto? Secondo Hellas Cena**, ricercatore e responsabile del Laboratorio di dietetica e nutrizione clinica dell’Università di Pavia, un consumo adeguato è pari a due litri al giorno per le donne e due litri e mezzo per gli uomini.

Cercare di mantenersi sempre ben idratati è molto importante. Per farlo, meglio bere prima di avvertire la sete. E non solo l’acqua, che resta comunque la bevanda ideale per idratare, ma anche infusi, centrifugati e spremute di frutta e verdura.

*18/12/2015 – www.oggi.it/benessere/news/2015/08/04/bere-acqua-fa-bene-anche-allumore-…

**18/12/2015 – www.archiviostorico.corriere.it/2015/luglio/19/acqua_non_solo_disseta_pu…

Tags: