Saziarsi senza abbuffarsi

E se ci dicessero che quest’anno, durante le Feste, potremo mangiare a volontà senza per forza sentirci “pieni”? Sarebbe sicuramente un’ottima scoperta.

A farla è stato un progetto europeo*, il “SATIN”, che riunisce ricercatori di università inglesi, spagnole, danesi e svedesi, diretti dal professor Jason Halford, il cui obiettivo è proprio quello di sviluppare alimenti sazianti ma poco calorici.

L’ingrediente segreto? Amidi resistenti che si trovano in alcuni cibi e che inducono la flora batterica nel nostro intestino a produrre acidi grassi in grado di inviare al cervello un segnale di sazietà.

Basterebbe aggiungere questi amidi agli alimenti che non ne hanno, per appagare la nostra fame, oppure consumare quei cibi che ne sono già provvisti, come piselli, fagioli e lenticchie.

Tuttavia, per non esagerare con le pietanze che ci ingolosiscono, è molto importante anche combattere le tentazioni. Come? Mangiando con consapevolezza. Il che vuol dire sedersi e assaporare il piatto con calma. Ciò manda al cervello segnali di sazietà e ci impedisce di introdurre cibo senza che ce ne accorgiamo.

Meglio puntare, inoltre, su alimenti che hanno molto volume e una bassa densità energetica, come la frutta e la verdura: iniziare il pasto con un’insalata, ad esempio, aiuta a ridurre le porzioni delle altre pietanze.

Pronti a saziarvi senza esagerare? Buon appetito a tutti.

Tags: