Prima ti svegli, più felice sarai

Vuoi sapere se sono felice? Chiedimi a che ora mi alzo la mattina. Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Emotion*, i più mattinieri sono mediamente più sereni e positivi rispetto a chi ama fare le ore piccole e svegliarsi più tardi possibile.
I ricercatori dell’Università di Toronto, autori dello studio, hanno intervistato due gruppi distinti di persone, i primi di età compresa tra i 17 e i 38 anni, i secondi tra i 59 e i 79 anni.
Tema delle domande: le abitudini rispetto al sonno e la percezione dello stato di salute ed emotivo. Ma cosa è emerso dalle risposte? Che i giovani sono più dormiglioni, mentre gli anziani più mattinieri, ma questo già si sapeva.
Quello che è interessante è che, anche senza tenere conto dell’età, i giovani che si alzano presto la mattina sono più felici rispetto ai coetanei tiratardi. E sarebbe proprio l’attitudine a godersi le prime ore del giorno a dare alle persone uno stato d’animo più sereno e una migliore percezione della propria salute.
Va aggiunto che, essendo la società organizzata in modo da richiedere di essere operativi fin dalle prime ore del mattino, è come se, andando a letto tardi, vivessimo in un differente fuso orario, con conseguente effetto jet-lag permanente.
Sembra dunque che la ricetta della felicità preveda di assaporare al meglio ogni giornata, fin dall’inizio. Insomma, è proprio vero che il mattino ha l’oro in bocca.

*“Happy as a lark: Morning-type younger and older adults are higher in positive affect”, Renée K. Biss e Lynn Hasher, Emotion, giugno 2012.

Tags: