Lunga vita alla salute, naturalmente

Alcune abitudini alimentari, soprattutto quelle legate al consumo di prodotti biologici, sono veri e propri elisir di lunga vita. Lo rivela uno studio svolto dal giornalista del New York Times, Dan Buettner, in collaborazione con il National Geographic, che ha messo in evidenza alcune “regole” nutritive seguite dagli ultracentenari del Pianeta.

La prima di queste è che il 95% di quello che mangi deve essere di origine vegetale. Ortaggi, cereali integrali e legumi sono le pietanze principali delle popolazioni più longeve, che consumano in particolare le verdure a foglia verde, coltivate in modo rigorosamente naturale.

Persino il loro fabbisogno di calcio viene ricavato per la maggior parte dalle piante e non dal latte vaccino, per il quale il sistema digestivo umano non è stato “progettato”.

Secondo i risultati della ricerca, le persone che seguono una dieta di questo tipo, e in più vi aggiungono una piccola porzione di pesce al giorno, hanno maggiori probabilità di vivere più a lungo. Meglio ancora se si tratta di pesce azzurro, meno esposto di altri a sostanze chimiche.

Per quanto riguarda la carne, gli ultracentenari ne hanno consumata con parsimonia nel corso della loro vita. Il consiglio è comunque di scegliere quella proveniente da allevamenti in cui gli animali pascolano liberamente, in quanto più ricca di omega-3.

Altri consigli dagli ultracentenari? Ridurre il consumo di zucchero, bere tè verde, assumere caffeina solo dal caffè e, se proprio si vuol bere alcol, scegliere il vino rosso, che aiuta il nostro corpo ad assorbire gli antiossidanti e a ridurre lo stress della giornata.

Insomma, come non ascoltare i suggerimenti di chi è più saggio di noi? La scelta naturale allunga la vita. Ecco perché Consilia offre Scelte dalla Natura, una linea completa di prodotti biologici, dalla frutta e verdura garantite e certificate alle soluzioni naturali a ridotto impatto ambientale.

E se vuoi saperne di più sulla cucina biologica, non perderti l’articolo “Come bio comanda”, pubblicato in questo blog.

Tags: