La tradizione del Pesce d’aprile e le sue origini misteriose.

Come ben sappiamo il primo aprile, il giorno dello scherzo libero, è uno dei giorni preferiti dai burloni di tutto il mondo che sono pronti ad architettare uno scherzo (o meglio, un pesce d’aprile) difficile da dimenticare. Ma quali sono le origini di questa tradizione e del suo strano nome? Le fonti sono a dir poco scarse, di conseguenza possiamo solo avanzare delle ipotesi più o meno valide.

Alcuni sostengono che le radici del Pesce d’aprile siano davvero antiche e affondino fino all’antica Roma quando la fine di marzo era il periodo delle feste di Hilaria, in onore della dea Cibele (la “grande madre”, dea della terra) che culminavano nei festeggiamenti per la resurrezione del dio Attis il 25 marzo. Un’altra ricorrenza romana che potrebbe aver dato origine al pesce d’aprile sono i Saturnalia che erano legati al culto del sole e celebrati negli ultimi giorni dell’anno. Durante questi festeggiamenti si assisteva a un ribaltamento dell’ordine costituito e gli schiavi sedevano a tavola serviti dai padroni.

Altri ritengono si possa attribuire l’origine del pesce d’aprile alla tradizione indiana che alla fine del mese di marzo celebrava la festa di Holi (anche nota come festa dei colori) che sanciva il passaggio da inverno a primavera celebrandolo come una rinascita. Oppure, altri ancora sostengono che potrebbe avere un collegamento con la cultura irachena, nella quale l’inizio dell’anno cade sempre fra l’1 o il 2 aprile, giorni in cui, già da diversi secoli prima di Cristo, era tradizione fare scherzi.

Secondo l’ipotesi più accreditata, però, il pesce d’aprile ha origine in Francia, nella seconda metà del Cinquecento, quando re Carlo IX decise di applicare il calendario gregoriano e quindi di spostare le celebrazioni per l’inizio dell’anno dal 25 marzo (secondo il calendario giuliano) al 1 gennaio. Qualcuno però, anche dopo l’introduzione del nuovo calendario, continuò a festeggiare durante l’ultima settimana di marzo e di conseguenza diventò bersaglio di scherzi (come regali burla o inviti a feste fantasma) perché considerato stupido o tradizionalista.

Abbiamo fatto un po’ di luce riguardo le possibili origini della ricorrenza, ma perché in Italia (e in Francia) si chiama proprio pesce d’aprile? Anche in questo caso non ci sono dati certi su cui avanzare teorie. Qualcuno ritiene che il nome sia legato al ciclo solare: in quel periodo dell’anno il sole abbandona il segno zodiacale dei pesci e quindi le vittime degli scherzi sono chiamate “pesci d’aprile”; altri ipotizzano un legame tra la stupidità di chi viene preso di mira e la facilità con cui si fanno prendere all’amo alcuni pesci.

Da dove arriva il “pesce d’aprile”

https://www.focus.it/cultura/curiosita/primo-aprile-pesci-aprile

https://www.quotidiano.net/magazine/pesce-aprile-1.3004799