La ricetta della lunga vita dei Templari

Forse non tutti sanno che i Templari, uno dei più famosi ordini cavallereschi del Medioevo, vivevano ben 40 anni in più rispetto ai loro contemporanei.
Una ricerca pubblicata su Digestive and Liver Disease ha svelato il segreto di questa longevità: l’attenzione all’igiene e una dieta varia e di qualità, costituita da poca carne, tanti legumi, pesce e frutta fresca.
Esaminando i documenti dell’epoca, gli studiosi sono arrivati alla conclusione che proprio le loro abitudini e questo regime alimentare possano aver aiutato i Templari a vivere addirittura fino a 70 anni, in un‘epoca in cui l’aspettativa di vita oscillava invece tra i 25 e i 40 anni di età.
Nel Medioevo l’alimentazione era ricca di grassi e calorie, si consumava molta carne nelle classi più ricche e i livelli di colesterolo e trigliceridi erano molto alti. Tra le patologie più diffuse vi erano la gotta, l’obesità e il diabete mellito.
La dieta dei Templari sembrava fatta apposta per combattere tutte queste malattie: carne solo 2 volte a settimana, molti legumi, che sono potenti probiotici, molto spesso il pesce. All’acqua aggiungevano la spremuta di arance per arricchire la carica anti-batterica e nel vino mescolavano polpa di Aloe, una pianta dotata di azioni antisettiche e funghicide.
Le regole di comportamento che seguivano per evitare la diffusione delle infezioni facevano il resto: era obbligatorio per tutti lavarsi le mani prima di mangiare, la mensa doveva essere ben tenuta e con tovaglie sempre pulite. Era bandita la caccia e favorito l’allevamento del pesce.
La scelta di una dieta di qualità è qualcosa che possiamo sicuramente imparare da questi antichi cavalieri, e che possiamo trovare ogni giorno nell’offerta di prodotti a marchio Consilia.

* “La dieta dei Cavalieri Templari: il loro segreto di longevità?”, F. Franceschi, R. Bernabei, G. Gasbarrini e P. Malfertheiner, Digestive and Liver Disease, 2016

Tags: