La primavera fiorisce in 10 piante diverse

Nel suo significato etimologico (dal greco) ‘fiore’ significa gonfiare, trabocco. I fiori annunciano la fine della stagione di una natura a riposo e annunciano quella della rinascita e della vitalità della natura, la Primavera. I fiori ci attirano a sé e incuriosiscono per la loro bellezza di forme, i colori decisi e i profumi più intensi. Non a caso nella storia i fiori sono stati utilizzati come omaggio d’amore e d’amicizia, come adorno durante importanti riti della vita. Proprio per questo motivo, hanno una simbologia specifica per tipologia di fiore.

La primavera sboccia in svariate tipologie fiori, tra queste, dieci si differenziano tra tutte:

Gli Anemoni sono facili da coltivare, di tanti colori diversi, dal rosso al blu, dal bianco al viola.

Le Camelie sono degli arbusti sempreverdi, fioriscono tra febbraio e marzo, con le foglie si ricava un tè verde antiossidante. È anche il fiore degli innamorati.

Le Fresie possono essere coltivate quando le temperature cominciano ad alzarsi. Si trovano in molti colori diversi e simboleggiano il mistero e la riservatezza.

Il Gelsomino profuma l’aria con la sua essenza fresca e frizzantina. È un rampicante e può crescere lungo le ringhiere, i muri, o anche a pergola.

I Giacinti gialli e bianchi, a fiore doppio e con la corona a contrasto, sono i fiori giusti da regalare se volete farvi perdonare da qualcuno.

I Gigli hanno un profumo molto intenso e simboleggiano l’amore, la purezza e la castità.

Il Glicine fiorisce tra marzo e aprile e i suoi fiori a grappolo hanno un colore intenso e violaceo, cresce bene sui pergolati delle case. Simbolo dell’amicizia, ha un profumo dolce e delicato.

L’Iris simboleggia l’arcobaleno ed è uno dei fiori primaverili più colorati. Ha bisogno di molta luce, è bene non coltivarlo dentro casa.

Le Margherite, i fiori dell’amore e dell’innocenza, sono il vero simbolo della primavera.

I Narcisi sono tra i primi fiori a sbocciare in primavera, molto facili da coltivare perché richiedono pochissime cure.

Le Primule sono il fiore primaverile per eccellenza, il suo stesso nome deriva dal latino e significa “fiore che nasce prima”.

Le rose vengono coltivate nei giardini come piante ornamentali ma anche per le loro proprietà medicinali e aromatiche. Ad esempio l’olio di rosa ha proprietà antisettiche e antidolorifiche.

Le magnolie sono arbusti diffusi in parchi e giardini ma vengono anche coltivati in vaso sui terrazzi. Queste piante ci regalano delle abbondanti fioriture primaverili ed estive.