La piccante lunga vita

Secondo una recente ricerca , l’elisir di lunga vita potremmo averlo già in casa, in credenza, tra le spezie piccanti.

Lo dice uno studio Made in China condotto da un team internazionale, pubblicato sul British Medical Journal e ripreso dal sito del Corriere della Sera/Nutrizione*.

Consumare ogni giorno peperoncino fresco e altre piccantezze ridurrebbe il rischio di morte. Ciò sarebbe dovuto all’alto contenuto di capsaicina, vitamina C e altri nutrienti contenuti in questi alimenti.

Lo studio, effettuato su quasi 500 mila persone, ha messo in evidenza che chi mangiava piccante 1-2 giorni a settimana aveva una riduzione del 10% del rischio di mortalità rispetto a chi mangiava piccante meno di una volta a settimana, mentre per chi consumava spezie piccanti da 3 a 5-6 giorni su 7 il pericolo calava del 14%.

Non solo, la dieta spicy sembra legata a un minor rischio di morte per tumori, ischemia cardiaca, diabete e patologie respiratorie, in particolare nelle donne.

Tuttavia, gli esperti restano cauti. Finora si è trattato di una seria osservazione, ma occorrono ulteriori approfondimenti per stabilire se è il caso di cambiare le nostre abitudini alimentari.

Quello che sembra certo, comunque, è che nella vita un po’ di pepe in più non guasta mai.

*18/12/2015 – www.corriere.it/salute/nutrizione/15_agosto_05/maxi-studio-cinese-mangia…

Tags: