La giornata mondiale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Il 20 novembre si celebra la giornata mondiale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, giorno in cui, nel 1989, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò la Convenzione ONU a tutela di tali diritti.

“I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto”, così Leopardi esprimeva la vera essenza dei bambini, così fragili eppure così forti perché in possesso di risorse di stupore e meraviglia nei confronti del mondo.

Eppure ancora oggi i bambini sono vittime di abusi e sfruttamento, e spesso i loro diritti non sono garantiti. Molte sono le guerre in cui a pagarne le spese sono anche i bambini, come quella che insanguina la Siria che ha causato l’uccisione di oltre 10.000 bambini. Inoltre sono 150.000 i bambini coinvolti in tutto il mondo in giri di sfruttamento del lavoro minorile.

Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha dichiarato che “Ogni bambino ha il diritto di sopravvivere e prosperare, di essere educato, di essere libero da violenze e abusi, di partecipare e di essere ascoltato”.

La convenzione è una promessa che il mondo ha fatto ai bambini: che avrebbe fatto tutto il possibile per proteggerli, per consentire loro di crescere e di esprimere il loro pieno potenziale. Tanto è stato fatto dal 1989, ma la strada da percorrere in tale direzione è ancora molto lunga.

Fonti:

https://www.lifegate.it/persone/news/giornata-mondiale-dei-diritti-dei-bambini

http://www.azzurro.it/it/giornata-mondiale-dei-diritti-dellinfanzia