Il Gruppo Gabrielli rafforza la sua presenza sui Social

Da alcuni giorni, sono online i profili Facebook e Instagram “Oasi Tigre” 

Facebook ed Instagram sono i due social che il Gruppo Gabrielli ha scelto per radicare la sua presenza digitale sul web: i profili, attivi dallo scorso 25 aprile, vanno ad integrare quello del Gruppo Gabrielli su LinkedIn, che in pochi mesi ha già raggiunto una “fan base” di cinquemila persone. “In Italia – ricorda il Presidente del Gruppo Gabrielli, Luca Gabrielli – sono quasi 50 milioni le persone online ogni giorno e 35 milioni quelle attive sui social. Poiché il nostro Paese conferma dei trend di adozione in netta crescita che, anche se rafforzati dalla contingenza della pandemia da Coronarivus, sono costanti da molti anni, è giusto che il Gruppo costruisca un rapporto con i propri collaboratori ed i clienti su tutte le piattaforme social ritenute strategiche”.

Nei due profili social, che si possono trovare digitando in entrambi i casi “Oasi Tigre”, il primo post pubblicato è un messaggio riferito al momento particolare che tutto il Paese sta vivendo: “Ci sono stati momenti più difficili di altri, è vero – si legge – Per questo, prima di tutto, ci teniamo a dire un enorme grazie a tutte le persone che l’hanno reso possibile: i dipendenti e i collaboratori dei punti vendita Oasi, Tigre e Tigre Amico. Siamo fiduciosi e guardiamo al domani con ottimismo perché abbiamo sempre pensato che il futuro si costruisca ogni giorno”. Il programma proseguirà con approfondimenti di contenuto molto ampio, per accompagnare i fan nel mondo Oasi e Tigre.

“Come noto – aggiunge il vicepresidente del Gruppo Gabrielli e responsabile della comunicazione, Barbara Gabrielli – le tre piattaforme in cui ora siamo presenti sono differenti e vanno utilizzate come mezzi differenti tra loro. Ne consegue una modulazione dei messaggi in base al target ed ai nostri obiettivi. Con Facebook e Instagram portiamo online quel rapporto diretto con collaboratori e clienti che abbiamo da un secolo nel mondo reale, il nostro modo di costruire il futuro ogni giorno, insieme, ponendo sempre la gente al centro”.