Giornata Internazionale della Famiglia

Per celebrare quanto siano importanti le persone a noi più vicine, nel 1994 le Nazioni Unite indicono, per il 15 maggio, la Giornata Internazionale della Famiglia. Questa, infatti, è considerata il “fondamentale gruppo sociale e l’ambiente naturale per lo sviluppo e il benessere di tutti i suoi membri, in particolare i bambini”.

La ricorrenza è un’occasione per affrontare temi d’attualità e invitare tutti alla riflessione. Alcuni argomenti che sono stati proposti durante gli anni sono, ad esempio: la solidarietà tra le famiglie, la famiglia e la crisi economica, la crisi di coppia e la fragilità genitoriale. La giornata Internazionale della famiglia inoltre promuove politiche e azioni di sostegno alle famiglie per contribuire a ridurre la povertà e i rischi di esclusione sociale.

Oggi però, sarebbe più corretto parlare di “Giornata Internazionale delle Famiglie”, infatti è da qualche anno che l’ONU ha deciso di declinare il nome di questa celebrazione al plurale. Questa decisione è in linea con i cambiamenti che il nucleo familiare sta affrontando nella società moderna.

La famiglia a modello patriarcale (in cui due o più generazioni vivevano nella stessa casa) probabilmente è quasi scomparsa e anche la famiglia nucleare (in cui, sotto lo stesso tetto, vivono due adulti e uno o due figli) è probabilmente a rischio. Sono sempre più diffuse, infatti, le famiglie monogenitoriali (cioè composte da un solo adulto con i figli) oppure le famiglie ricostruite (ovvero formate da membri di coppie, separate, con i relativi figli) oppure formate da persone che convivono senza essere sposate. L’obiettivo è quindi quello di celebrare queste unioni dando a tutte pari dignità.

Fonti

timemagazine.it/giornata-internazionale-della-famiglia-unistituzione-importante-ancora-attuale/

familiam.org/famigliaita/societa/00006504_XXGiornataInternazionaledellaFamiglia

italia.upf.org/upf-onu/giornata-internazionale-della-famiglia