Ferragosto, le origini storiche e religiose

Ferragosto, le origini storiche e religiose

Ferragosto è la festa più attesa dell’estate: abbondanti pranzi in famiglia o grigliate e gavettoni in compagnia di amici. In realtà questa festività ha origini molto antiche, i Consulia erano le feste pagane della religione romana, in onore del dio Conso, dio dei granai e della fertilità e celebravano la fine dei raccolti. In tutto l’impero si organizzavano corse di cavalli e animali da tiro di solito utilizzati per il lavoro nei campi, e in quei giorni, i contadini facevano gli auguri ai proprietari terrieri, ricevendo una mancia.

Nel 18 a.C. la festa si trasformò nelle Feriae Augusti (il riposo di augusto), in onore del primo imperatore romano Ottaviano Augusto. L’imperatore aveva istituito questo periodo di riposo e festeggiamenti per tutti.

Questa festività fu poi assimilata dalla religione cattolica nel VII secolo cominciando a celebrare l’assunzione in cielo di Maria, sia con l’anima che con il corpo.

La tipica gita di Ferragosto entra nella cultura popolare in epoca fascista. Durante il ventennio venivano organizzate gite dal regime e dalle associazioni dopolavoristiche, con treni scontati per tutti. Anche i pali tutt’ora in voga a Ferragosto originano dai giochi romani, come il Palio dell’Argentario a Porto Santo Stefano, antica gara remiera, la Giostra del Saracino a Sarteano, gara di abilità tra cavalieri e il Palio di Siena, una competizione fra le Contrade.

Fonti

http://www.lastampa.it/2015/08/14/societa/perch-si-festeggia-il-ferragosto-aIOHNJAbWPTMAx4qdgD8xL/pagina.html

http://www.focus.it/cultura/storia/perche-si-festeggia-il-ferragosto