COLLETTA ALIMENTARE, IL SUN PER I PIÙ BISOGNOSI

MILANO – Olio, alimenti per l’infanzia, riso, biscotti, sughi e pelati da inserire nelle buste della spesa distribuite davanti ai circa 200 punti vendita aderenti al Gruppo Sun – Supermercati Supermercati Uniti Nazionali, il gruppo di acquisto attivo nel nord e nel centro Italia, per contrastare la fame e la povertà. Gros, Cadoro, Italbrix e Gruppo Gabrielli sono infatti le aziende che fanno parte del Consorzio Sun, e che attraverso i loro punti vendita dislocati su tutto il territorio, sabato 28 novembre aderiranno alla diciannovesima Giornata nazionale della colletta alimentare. Oltre 135mila i volontari, in campo sabato per l’appuntamento con la solidarietà, che consegneranno le buste della spesa a tutti coloro che vorranno condividere un momento così importante, con l’auspicio di aiutare quante più persone bisognose. “Nel corso dell’edizione 2014 della Colletta Alimentare sono stati raccolti – hanno dichiarato Marco Odolini e Stefano Rango rispettivamente presidente e direttore generale del Gruppo Sun – grazie alla generosità dei nostri clienti che hanno acquistato nei diversi punti vendita aderenti al Consorzio Sun, circa 160mila chili di alimenti tra i quali omogenizzati, alimenti per l’infanzia, pelati, legumi, latte, zucchero, pasta e riso. Per l’edizione di quest’anno confidiamo nella loro grande generosità ed umanità nel superare questo importante risultato”.

Nei diversi punti vendita che hanno aderito all’iniziativa, infatti, è stato possibile acquistare e donare alimenti a lunga conservazione, che poi la Rete Banco Alimentare ha distribuito alle oltre 8.800 strutture caritative convenzionate che ogni giorno assistono circa 2 milioni di poveri. A livello nazionale le donazioni di alimenti ricevute in occasione di questa Giornata andranno ad integrare quanto la Rete Banco Alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana, combattendo lo spreco di cibo. Sono circa 135.000 i volontari mobilitati e coinvolti ogni anno; oltre 11.000 i supermercati e gli ipermercati aderenti; più di 5.500.000 sono gli italiani che acquistano cibo per chi non può farlo; 9.201 sono state le tonnellate di alimenti raccolti nel 2014 durante la GNCA.