Autunno, lo spettacolo della natura.

Ora che la luce del sole si è addolcita, ora che basta una gita fuori porta per sentire nell’aria un sentore di mosto dolce, terra umida e fiori di sottobosco, possiamo dire che la stagione più fotogenica dell’anno è tornata. L’autunno è infatti la stagione ideale per scatti fotografici unici.

Ecco alcuni suggerimenti per fotografare al meglio la stagione.

1 – Scegli l’ora giusta. I momenti migliori sono alba e tramonto. La luce è più tagliente, ha un’angolatura bassa, è anche più calda, questo intensifica i colori delle foglie.

2 – Porta un piccolo treppiedi. Aiuta ad evitare foto mosse, poiché nei boschi la luce è scarsa, ma consente anche di poter chiudere il diaframma per avere a fuoco più dettagli.

3 – Scegli i soggetti. Alberi, foglie, uccelli e animali. Per la foto di un paesaggio, componi immagini dove sono presenti un elemento in primo piano, il soggetto principale e uno sfondo.

4 – Trova i contrasti. Prova a cercare i contrasti tra i colori, ad esempio una foglia gialla caduta sull’asfalto grigio, o una foglia rossa sullo sfondo di un cielo azzurro.

5 – Il filtro polarizzatore. Necessario per accentuare i riflessi speculari sulle superfici di laghi, oppure per smorzarli completamente saturando i colori.

6 – Imposta la fotocamera. Per i paesaggi è consigliabile lavorare in Priorità Diaframma (Av — A) per avere il controllo sulla profondità di campo, ovvero su quanti soggetti avere a fuoco.

In Italia, moltissimi sono i luoghi dove catturare il “foliage” autunnale. Boschi, montagne, parchi nazionali e parchi cittadini, diventano un richiamo irresistibile per una passeggiata o un’escursione all’insegna dei colori d’autunno.

Alcuni suggerimenti: il Trentino Alto Adige, con i suoi larici rosseggianti e i castagni gialli e marroni. La Val Ferret ad Aosta con i suoi latifogli, faggi e querce che si riempiono di colori. L’appennino, tra Parma e Piacenza. Le colline umbre e quelle toscane. Il territorio della Sila, aspro e coperto di faggi che si tingono di arancione, giallo e rosso. La foresta del Gargano che, coi suoi aceri e castagni, si trasforma in una tavolozza di colori. Ma anche i parchi cittadini come il parco del Valentino a Torino, il parco della reggia di Caserta, la meravigliosa Villa Doria Pamphilj a Roma.

E dopo una giornata passata tra i boschi a fare foto, l’autunno potete portarlo anche in tavola con la Linea biologica “Scelte dalla Natura” di Consilia: minestrone, orzo perlato, zuppa di farro per una cena in armonia con la stagione.

Fonti:

https://tecnicafotografica.net/blog/come-fare-foto-autunnali-tutti-i-suggerimenti-347b9fe4df57

https://initalia.virgilio.it/i-piu-bei-luoghi-italiani-dove-poter-ammirare-il-foliage-5728