Altro che cavoli a merenda

Si fa presto a chiamarlo “spuntino”, ma rientra a tutti gli effetti tra i cinque pasti che dovremmo ingerire ogni giorno: tre principali e due spuntini.
E allora conosciamolo meglio. Il ruolo dello spuntino è quello di spezzare la fame, infatti si inserisce a metà tra la colazione ed il pranzo e tra quest’ultimo e la cena con lo scopo di non giungere troppo affamati a tavola.
Proprio per questo, è uno snack importante dal punto di vista nutrizionale e deve essere completo di tutti i nutrienti: proteine, carboidrati e lipidi.
Bisogna fare molta attenzione soprattutto con i bambini, a cosa si fa mangiare loro a scuola o per merenda: scegliere ripetutamente dolci, dessert o bibite gassate può tracciare la strada verso l’obesità. Vale per i bambini, ma anche per gli adulti.
La frutta, possibilmente di stagione, dà tutti i nutrienti necessari, non appesantisce e può essere consumata anche come spremuta.
In alternativa potete scegliere lo yogurt e se volete fare uno spuntino ancora più completo unite lo yogurt magro alla frutta.
Anche la verdura cruda va benissimo o le barrette ai cereali, ma se siete dei golosi concedetevi uno o due quadratini di cioccolato e abbinateli a un frutto.
Se siete degli sportivi, cambia tutto. Avete bisogno di carboidrati e proteine, quindi orientatevi verso del pane con della bresaola o del prosciutto cotto.
Qualunque spuntino abbiate scelto, accompagnatelo con dell’acqua, staccate dal lavoro o dallo studio e godetevelo.

Fonte
Nutrimeapp.com . Mara C. Coach Nutrizionale – Spuntini e Dieta: ecco gli spuntini ideali!

Tags: