Una giornata da sogno.

24 Set 2018

Il 25 settembre 2018 persone diverse per età, genere e provenienza potranno festeggiare una ricorrenza speciale: la Giornata Mondiale dei Sogni. Una celebrazione che in effetti riguarda ognuno di noi. Perché, a pensarci bene, sono proprio i nostri sogni e le nostre aspirazioni ad unirci al di là delle differenze, a fare di tutti noi degli inguaribili sognatori.

Ma chi è esattamente un sognatore?

È un visionario: sa guardare lontano e vedere ciò che gli altri non vedono; è un temerario: sfida regole e pregiudizi contando solo sulla forza delle sue intuizioni; è soprattutto un rivoluzionario: non si arrende alla realtà che lo circonda e, attraverso il suo sogno, cerca di trasformarla.

Per celebrare l’importanza dei sogni, eccovi allora una piccola galleria dei più grandi sognatori al mondo: uomini e donne che hanno contribuito a scrivere pagine decisive della storia dell’umanità.

Johannes Gutenberg: intorno alla metà del 1400, nella tipografia di una piccola città tedesca, un libraio conduce una serie di esperimenti. Dopo aver testato diversi metalli, carte e inchiostri, costruisce una pressa con caratteri metallici, recanti in rilievo, sulla superficie, una lettera dell’alfabeto. È la nascita della Stampa a caratteri mobili, invenzione destinata a rivoluzionare i meccanismi di diffusione della conoscenza a livello mondiale.

Giovanna D’Arco: Francia, 1429. Durante la guerra dei Cent’anni, una giovane si presenta alla corte di Carlo VII e gli comunica di essere stata scelta da Dio per guidare la riscossa francese contro il nemico. L’audacia e il carisma della giovane convincono il sovrano a porla alla testa dell’esercito diretto ad Orléans. La sua presenza infiamma le truppe: nel giro di pochi mesi, la città torna ai francesi.

Wilbur e Orville Wright: siamo in America, fine 800. Due fratelli sognano di costruire un mezzo di trasporto in grado di sollevarsi da terra. Dopo una serie di tentativi fallimentari, il 17 dicembre 1903, i due riescono a realizzare il loro sogno: il primo aeroplano al mondo si libra in volo per 59 secondi, coprendo una distanza di circa 260 metri e segnando, così, la nascita dell’aviazione.

Marie Curie: incontriamo a Parigi una delle menti più brillanti del Novecento. La storia della scienziata polacca - due volte Premio Nobel - è una storia di tenacia, sacrificio e dedizione. Ma con le sue scoperte sulla radioattività Marie non ha solo contribuito al progresso scientifico: ha anche sfidato e vinto i pregiudizi che consideravano quello scientifico un campo di studi inadatto alla condizione femminile.

Dopo aver letto queste biografie, speriamo non userete La Giornata Mondiale dei Sogni per starvene a letto. Perché i sogni – ce lo ricorda anche Magritte – “non vogliono farvi dormire, al contrario, vogliono svegliare”.

Perciò, cari sognatori di tutto il mondo, svegliatevi e cercate di realizzare i vostri sogni!

E questo risveglio va premiato. Ecco perché abbiamo creato la Linea ConsiliaScelte su misura per te”: lasciatevi ispirare, dalla bontà dei Frollini integrali o dal gusto semplice e genuino dei Croissant ai cereali e frutti rossi. Per una colazione all’altezza dei vostri sogni.

Fonti:

http://www.dayfordreamers.com

http://www.viaggio-in-germania.de/johann-gutenberg.html

http://www.treccani.it/enciclopedia/giovanna-d-arco_%28Dizionario-di-Storia%29/

https://it.wikipedia.org/wiki/Fratelli_Wright

https://www.focus.it/cultura/storia/marie-curie-vita-e-vittorie-di-un-genio-ossessivo