Halloween e le sue origini.

30 Ott 2018

Si dice che nella notte di Halloween i morti resuscitino e i mostri si aggirino per le strade. Solo fantasie frutto dell’immaginario americano o qualcosa di più? In realtà la festività ha un’origine molto antica e profana, e affonda le sue radici nella cultura celtica irlandese.

I celti, vivendo di pastorizia, consideravano il 31 ottobre come la fine dell’estate e l’inizio dell’inverno. La festività di nome Samhain, “fine dell’estate”, era l’occasione per ringraziare le divinità per la natura ricca di frutti estivi e per chiedere un inverno mite e privo di gelo.

Proprio perché la festività era nata per “esorcizzare” la paura di un inverno freddo, si era creato il mito dei fantasmi ad Halloween, spiriti che durante una notte sospesa nel tempo, si univano al mondo dei viventi e vagavano indisturbati. E così, per evitare che gli spiriti assalissero i villaggi, i pastori iniziarono ad indossare maschere e costumi mostruosi per spaventarli e tenerli lontano.

Le rape scavate e modellate hanno così lasciato il posto alle zucche, trasformate in lanterne e diventate il simbolo della festa insieme all’ormai celebre ritornello “trick or treat?”, il “dolcetto o scherzetto” che i bambini recitano davanti alle porte delle case.

Dunque è consigliabile soddisfare la richiesta dei bambini con caramelle buone e colorate, come quelle della linea Consilia, o chissà che scherzetto potrebbero riservarci questa volta.

Fonti:

https://www.wired.it/attualita/tech/2017/10/31/halloween-festa-2017/?refresh_ce

https://www.vogue.it/news/notizie-del-giorno/2017/10/26/halloween-significato-origini-festa/?refresh_ce