Giornata Mondiale del Vento

15 Giu 2018

Il 15 giugno è la Giornata mondiale del vento, data centrale di una campagna internazionale a favore dell’energia eolica. Anche in Italia ogni anno per l’occasione si svolgono diversi eventi organizzati da Anev (Associazione Nazionale Energia del Vento) in collaborazione con Wind Europe e Gwec (Global Wind Energy Association). La manifestazione riceve oramai da cinque anni l’adesione del Presidente della Repubblica e i Patrocini del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e del Comune di Roma. L’energia eolica è oggi la soluzione meno costosa in un numero sempre crescente di mercati, già dal 2016 più economica dei combustibili fossili in oltre 30 Paesi, e entro il 2025 nella maggior parte dei paesi del mondo.

Il vento in Italia

La potenzialità del settore eolico in Italia è elevata. Oggi l’energia del vento copre oltre il 6% della produzione nazionale netta e oltre il 5,5% della domanda elettrica nazionale, valori significativi se si confrontano con quelli di pochi anni fa. In totale, gli occupati nel settore eolico in Italia sono 30.142, di cui 9.167 diretti e 20.975 indiretti. In Italia ci sono alcuni siti statisticamente più ventosi e la quasi totalità della potenza connessa (99%) è localizzata nelle regioni del Sud Italia: alcune zone appenniniche, tutta la Puglia, l’estremità Ovest della Sicilia e le coste occidentali della Sardegna; ma è sempre bonaccia invece per l’intera costa tirrenica. A fine 2015 la regione con la massima potenza installata era la Puglia, seguita nell’ordine da Sicilia, Campania, Calabria, Sardegna, Basilicata, Molise e Abruzzo.

Il vento in Europa

Il totale della capacità eolica installata a fine 2016 in Europa si attesta sui 153,7 GW, superando il carboneL’energia eolica ha già coperto il 10,4% (300 TWh) dei fabbisogni di energia. La Germania ha installato la quota maggiore di nuova energia eolica, ovvero il 44% del totale dell’UE.

Il vento nel mondo

La penetrazione dell’eolico nella domanda mondiale di energia elettrica continua a crescere, guidata dalla Danimarca che conta il 40 per cento di energia dal vento nel suo mix energetico, seguita da Uruguay, Portogallo e Irlanda con oltre il 20 per cento, Spagna e Cipro contano circa il 20 per cento, mentre la Germania il 16 per cento. I grandi mercati di Cina, Stati Uniti e Canada hanno raggiunto rispettivamente una quota di eolico del 4,5, 5 e 6 per cento. Le ricerche affermano che 139 Paesi del mondo potrebbero andare al 100 per cento a energia rinnovabile già entro il 2050.

 

Fonti

http://www.anev.org/giornata-mondiale-del-vento/

https://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/giornata_mondiale_del_vento_